L’attività quotidiana dell‘organismo umano è contrassegnata da ritmi biologici che hanno le diverse frequenze nei confronti di frequenze del cervello e degli altri organi nel periodo di riposo e nel periodo di sonno. E’ possibile effettuare le misurazioni parallele della distribuzione delle frequenze di onde elettromagnetiche cerebrali, della distribuzione delle variazioni delle attività geomagnetiche e dell’intensità delle radiazioni dannose, nel ciclo giornaliero dalle 6 di mattina fino alle 6 di mattina del giorno successivo.
Nel periodo dell’attività notturna, nell’intervallo dalle 2 alle 4 di mattina il corpo è
rilassato, nella fase del dormire e del sonno l’attività cerebrale ha frequenze minime.
L’intera attività e in fase di potenza bioenergetica minima.
In quello stesso intervallo e stata registrata I’attività (geo)magnetica tranquilla con l’intensità minima del campo (geo)magnetico e l’intensità delle radiazioni dannose, in quello stesso intervallo, entra in fasi dei valori estremi. In questo periodo l’effetto delle radiazioni dannose all’intera attività bioenergetica del corpo, all’attività di certi organi e all’attività cerebrale, e più intensa e allora le interazioni e gli effetti dell‘energia delle radiazioni dannose con i campi e con le onde bioelettromagnetiche interne nell’organismo umano sono più espresse. Le cellule dell’organismo umano contengono cromosomi che portano i geni (Ie unita fondamentali del codice genetico sono costruite dal DNAAcido desossiribonucleico e RNAacido ribonucleico). Per la sua struttura, il DNA si può presentare come una struttura a doppia elica (il fuso) fatta di carboidrati e di unità fosfatiche. La base e costruita di adenina (A), timina (T), guanina (G) e citosina (C).
Il codice genetico e composto di questi quattro elementi 0 quattro lettere. Ogni
gene, che fa parte di una cellula, esegue una delle funzioni in cellula e dentro di se può contenere un paio di migliaia di combinazioni di questi quattro elementi, cioè di queste quattro lettere. La cellula dell’organismo umano e davvero un elemento costruttivo eccellente e affascinante della materia viva. L’azione e gli effetti dei campi elettromagnetici e magnetici e delle radiazioni dall’ambiente di vita su campi biomagnetici interni si possono capire solo attraverso i processi energetici, di trasporto e di comunicazione nelle cellule della materia viva.
Le ricerche dimostrano che il trasporto della materia, lo scambio dell’energia e delle informazioni nelle cellule dell’organismo umano vengono effettuati a mezzo di
particelle molto piccole (nano particelle) che hanno l’orientazione magnetica e vengono indicate come microtuboli. I microtuboli partecipano alla creazione dei segnali bioelettrici dell‘impulso perché possiedono il proprio campo elettromagnetico. I microtuboli influiscono attivamente alla costruzione della struttura genetica della materia viva e al funzionamento delle funzioni dinamiche di ogni cellula. I microtuboli sono disposti nel liquido cellulare lungo le linee magnetiche e cosi formano il proprio campo magnetico. Questo e l’unico meccanismo comprensibile dell’interazione dei campi biomagnetici sul livello cellulare con spettro di campi elettromagnetici e con le radiazioni dall’ambiente esterno. I microtuboli sono portatori e partecipanti attivi nello scambio e nel trasporto di trasmittenti neuronnonali e pertanto, a mezzo di influsso attivo sul campo magnetico di microtuboli, e possibile alterare/turbare i corsi energetici e informativi nelle cellule, i processi biochimici nelle cellule, negli organi o nell’intero organismo umano.

(by Dr. Spomenko J.Mihailovic)